venerdì 7 dicembre 2012

Torta Chantilly al limoncello,pistacchi di Bronte e cioccolato

Eccomi di ritorno dal mio esilio forzato dal blog... l'elettronica mi odia in questo periodo,qualsiasi cosa io tocchi si rompe,si spegne o smette di funzionare! Non sono stata con le mani in mano ovviamente in questo periodo e a parte i salti mortali per inserire le ricette del contest girovagando per gli uffici di mio marito son riuscita anche a fotografare qualcosa, anche se poco perchè non potevo svuotare la macchina fotografica senza pc, ma soprattutto perchè tutto quello che ho fatto è stato divorato prima che la luce del sole lo illuminasse e visto che non ho un set fotografico haimè, devo aspettare il giorno per far foto decenti..ma voi come fate?Dai svelatemi qualche trucchetto!!!Ad ogni modo cena improvvisata dolce anche ho fatto questa torta del mio mito "Montersino" che ancora e non so perchè, non avevo provato...e accipicchia che bontà è andata oltre le mie aspettative,favolosa!!!
In realtà qualcosa è stato sostituito la base non è una daquoise ma un cake al cioccolato e anche la glassa non è di Montersino. In ogni caso deliziosa provatela.






Ingredienti

Per la chantilly al limoncello
1000gr di crema Chantilly alla vaniglia
100gr di liquore limoncello
50gr di pasta al limone

Per il disco di crema cotta al pistacchio
120gr di tuorli
150gr di zucchero semolato
500gr di panna
40gr di pasta pistacchio

Per il cake al cioccolato
70 gr di cioccolato fondente al 70%
120gr di burro
6 uova intere
100gr di miele d'acacia
170 gr di zucchero semolato
100gr di mandorle in polvere
160gr di farina
10gr di lievito chimico
30gr di cacao amaro in polvere
160gr di panna fresca al 35% m.g.
70gr di rhum

Per la glassa lucidissima al cioccolato
12gr di gelatina in polvere
100gr di acqua
170gr di zucchero semolato
75gr di cacao amaro
90gr di panna fresca al 35% m.g.

Per la finitura
granella di pistacchio
200gr di limoni non trattati
30gr di zucchero semolato








Il giorno prima preparare la glassa lucida,ammollare la gelatina in polvere in acqua (5 volte il suo peso).In una casseruola scaldare la panna con l'acqua il cacao e lo zucchero semolato,far bollire per un minuto circa e poi aggiungere la gelatina ammollata.Conservare in frigo.

Preparare il cake spezzettando il cioccolato e facendolo sciogliere insieme al burro tagliato a cubetti,in una terrina sbattere le uova il miele e lo zucchero con una frusta.Aggiungere le mandorle e la farina setacciata con il lievito chimico,il cacao e infine la panna.incorporare quindi il cioccolato fuso con il burro e poi il rhum. Pennellare uno stampo con burro e poi spolverare con farina,versare il composto e infornare per 40 minuti circa a 160°,regolatevi sempre provando con un legnetto o la lama di un coltello per verificare la cottura,se la lama esce pulita il cake è cotto
.
Per il disco di crema cotta,portare a bollore la panna,quindi versarla sui tuorli sbattuti con lo zucchero e la pasta pistacchio.Versare il composto in un anello d'acciaio,di 1 cm più piccolo rispetto al diametro finale della torta, rivestito di carta stagnola. Cuocere in forno a bagnomaria a 150°C per circa 30 minuti,quindi sfornare e congelare.

Per la Chantilly al limoncello, miscelare il liquore alla pasta limone, quindi incorporare tutto alla crema Chantilly alla vaniglia.

Per i limoni essiccati,affettare i limoni molto sottili e metterli in una teglia foderata di carta forno,spolverare con lo zucchero e infornare per 3 ore a 100°C.

Disporre sul fondo di un anello d'acciaio il cake al cioccolato tagliato con uno spessore di 5 mm fare uno strato di chantilly al limoncello e inserire il disco di crema cotta al pistacchio e chiudere con un altro strato di chantilly al limoncello.Congelare,una volta congelata sformare e glassare con la glassa lucidissima che avrete portato a temperatura ambiente.Decorare con i limoni essiccati e la granella di pistacchio.




19 commenti:

  1. Silvia mamma mia che bontà una vera delizia ma quanto sei brava! per i trucchetti per le foto sono l'ultima a darteli io fotografo la sera e poi mangio ed insomma la luce artificiale non è il massimo ma fa lo stesso! :)

    RispondiElimina
  2. Sono incantata.... Montersino è un mito ma tu sei straordinariamente brava, sul serio... complimenti di vero cuore! Una torta del genere oltre che bellissima deve avere un sapore paradisiaco ehehehehehe :D Un abbraccio e buona giornata! P.s.: sono l'ultima a poter dare consigli per le foto.. fotografo con una semplicissima compatta e anche io ho problemi con la luce in questo periodo... Ci sono però diversi programmi in internet che aiutano a migliorare luminosità, saturazione... O magari prova con un faretto ;) Bacione!

    RispondiElimina
  3. Silvia, io sono davvero incantata.. COMPLIMENTI VERAMENTE.

    RispondiElimina
  4. Complimenti!
    Un bel lavorone.. ma che risultato splendido...
    Ne vale la pena, si vede dalla fetta ;)
    Buon week end!
    Laura

    RispondiElimina
  5. Mamma mia troppo difficile per me ma che meraviglia! Sei bravissima mia cara! Baci

    RispondiElimina
  6. Fatta e anche a me ha stupito, credevo meno equilibrata, invece spettacolo!!!!!

    RispondiElimina
  7. no va beh... ma che meraviglia, questi dolci mi mettono l'acquolina!!! è veramente riuscita benissimo, anche io adesso ho qualche difficoltà con la luce visto che oltretutto esco dal lavoro che già à buio, quindi preparo le cose che voglio pubblicare solo nel weekend, oppure nel caso delle torte le fotografo la mattina prima di uscire, adesso sto facendo delle prove con delle semplicissime lampadine con luce fredda, ma dopo dipende dagli effetti che vuoi ottenere!! ti lasci con una gran voglia di sto dolce!!!! un bacio

    RispondiElimina
  8. eh ma che splendore, porca miseria come me ne mangerei una fetta subito!!!
    Non è giusto sono a dietissima!

    Bacione,
    Cri

    RispondiElimina
  9. Sono rimasta davvero incantata.. quella lucidità.. il limoncello, i pistacchi.. che meraviglia. Sulla tecnologia ti capisco perfettamente.. mentre questa non riuscirei mai a farla bella come la tua! Bacione!

    RispondiElimina
  10. C'è una sola parola per descrivere questa torta: fantastica!

    RispondiElimina
  11. Silvia! Mi inchino e poi svengo! Cos'altro dire? Mamma mia che goduria...
    ciao a presto,
    Giulia

    RispondiElimina
  12. sono lusingata,grazie quanti complimenti ^_^

    RispondiElimina
  13. Prima di tutto complimenti per lo splendore del dolce, poi una domanda tecnica in merito al disco al disco al pistacchio. Quando l'hai tolto dal formo era tutto sodo (per intendersi tipo la crema di un cheese cake cotto al forno). Io ho provato, ma mi resta tutto attaccato alla stagnola, mi sa che l'ho fatto cuocere poco in formo...
    Grazie per il consiglio che mi saprai dare.
    Marcella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marcella grazie mille, no il disco diventa budinoso, non si attatta alla stagnola. Non saprei dirti :(

      Elimina
    2. Grazie per la risposta. Con buona probabilità l'ho fatto cuocere poco o male, riproverò per avere la consistenza budinosa.
      Grazie ancora.
      Marcella

      Elimina
  14. ciao scusa ma la torta va servita a t ambiente? posso usare i pistacchi tritati al posto della pasta di pistacchi secondo te? grazie mille!

    RispondiElimina
  15. Ciao la torta va conservata e servita a 4 gradi.i pistacchi se hai un buon frullatore puoi provare a ridurli in pasta con questo.

    RispondiElimina